Acquistare alberi di Natale veri è ecologico e sostenibile:
nessuna foresta viene danneggiata se voi comprate un albero di Natale vero;
– gli alberi che acquistate provengono da piantagioni di abeti rossi o altre tipologie appositamente fatti crescere per questo scopo;
– ci sono molte piantagioni di abeti per cui l’inquinamento dovuto al trasporto è irrisorio;
acquistando gli abeti veri si combatte l’effetto serra visto che hanno assimilato, durante la loro crescita, anidride acronica atmosferica.

con radici e “pane di terra” (radici ricoperte da zolle di terra) messi in vaso. Provengono da coltivazioni di Abeti Rossi (Picea abies); altrimenti ci sono Abies nordmanniana o Abeti bianchi o Abeti Omorika (Abies alba e omorika);
senza radici: sono i “abies”, detti più comunemente “punte”, ovvero le cime di alberi che sono stati tagliati nel bosco per produzione legnosa. Il cimale in questo caso sarebbe stato lasciato a terra nel bosco o triturato per produrre il pellet che brucia nelle stufe. Meglio quindi usarlo per farci un bell’albero di Natale! Per gli ambienti interni consigliamo punte di Abies Nordmanniana perchè hanno aghi più forti che rimangono attaccati.

Quando comprate l’albero tenetelo fuori di casa in modo che si ambienti! Basteranno 3-4 giorni, l’importante è bagnare le radici e spruzzare dell’acqua sulla pianta. Se decidete di addobbare l’albero e di metterlo in casa, è bene seguire alcuni accorgimenti:
è importante mettere un sottovaso sempre pieno d’acqua.
Gli abeti in natura vivono nei boschi e hanno bisogno di molta umidità;
è bene annaffiarlo una volta al giorno ma, data la presenza di fonti di calore, potrebbe essere complicato bagnare il terreno. In questo caso per dar l’acqua alla pianta sarà
sufficiente mettere sulla terra del vaso dei cubetti di ghiaccio;
per le punte ci sono vasi porta-punta che possono contenere acqua per mantenere umido il tronco e prolungare la durata;
è buona abitudine spruzzare dell’acqua sulle foglie, se gli addobbi lo permettono e soprattutto se iniziano a cadere;
– quando possibile, tenere spente le luci. Quando scegliete la pianta, non esiste la regola “questo è più
grande quindi è più forte”. Infatti, se ad altezze diverse corrisponde la stessa dimensione del vaso, significa che l’abete più piccolo è più forte perché avrà le radici delle stesse dimensioni di quello grande.

– In caso vogliate piantarlo è bene aspettare la primavera inoltrata;
– in caso di acquisto, se poi non saprete cosa farvene, potete riportarcelo gratuitamente e ci occuperemo noi dell’utilizzo o dello smaltimento.

Skip to content